AnarchiCo

Normale follia di provincia

Rincorriamo il mondo, ma lui è troppo piccolo per noi. Così ci piace pensarlo, una schifezza di villaggio globale interconnesso alla tazza del cesso.
Ma non è così e voi lo sapete.

Un blues in una stradina buia, illuminata da oscuri luci mobili. Beh, basterebbe questo per vivere, ma il respiro di una persona si fa sempre più corto e pensiamo che sia normale.

Di normale c’è solo il binomio vita-morte, tutto ciò che c’è all’interno può essere ricondotto ad una terza parola: normalità.

A voi gli aggettivi.


Aggiungi un commento