AnarchiCo

Sonno e inquietudine sono un mix straziante

Lavoro notturno quasi finito (ed è mattina inoltrata), ora mi butto sul letto, giuro.

Mi fanno anche male le caviglie, per la trasferta notturna fatta per traversare Roma stanotte, per il solito improbabile motivo.

Per l’ennesimo caso del destino di ‘coloro che si spostano‘: folla che odio con sempre maggiore convinzione, soprattutto dopo esser stato costretto ad unirmici, mio malgrado.

Traversata di Roma (Roma est – Roma nord) per recuperare un macinino, una 500 bianca immatricolata negli anni del ‘chi se lo ricorda’.

🙂

Se non altro ho scelto le ore più fresche della giornata per farla, ‘sta cosa.

Vi saluto…

Smile che fuma


Aggiungi un commento