AnarchiCo

Five minutes installation – I miei plugin di WordPress

Okkkei, tanto per chi volesse saperlo, tanto per appuntarlo da qualche parte.

Questo blog nasce nell’agosto 2010 con una fiammante versione di WordPress 3.01, e adotta una personalizzazione molto semplice del nuovo tema di base del CMS, Twenty-Ten (2010).

Le immagini della header, l’antipixel e il fade per lo sfondo sono stati fatti o assemblati da me, con Photoshop e traendo spunto da alcune texture e da alcuni font open source pescati chissà dove.

Attualmente il tema usa 6 widget (ben visibili, quasi tutti nel footer) e ben 17 plugin.

Abbiamo una serie di plugin per l’ottimizzazione seo del blog, come All In One per la customizzazione dei metatags e quello che fa la sitemap in automatico. Poi c’è quello che disbriga l’implementazione del codice di Google Analytics.

Utilizzo alcuni plugin per fare alcune particolari funzioni/operazioni: uno per gestire la lunghezza dei riassunti che vanno nel feed, uno che si occupa di fare la ‘paginazione’ dei vari archivi (il celebre wp pagenavi), uno che mi facilità l’inserimento di video YouTube nei post e un altro che disabilita le ‘caption’ nell’inserimento delle immagini.

Abbiamo dei plugin per la manutenzione ordinaria: uno che fa il backup programmato del database, e uno che si occupa di ottimizzarlo, questo database, dietro rischiesta esplicita. Ho ovviamente un plugin che gestisce il caching delle pagine e dei post.

Infine sono stati installati dei plugin che si occupano di gestire le sottoscrizioni delle discussioni via email, o di mandare in automatico il feed nel mio account Twitter, per esempio.

Ho un plugin che si occupa di gestire i form di contatto e un altro che implementa l’effetto ‘lightbox’ quando posto una foto; e infine, fondamentale, uso un plugin che mi permette di gestire in maniera veramente personalizzata i widget.

Naturalmente uso Akismet contro lo spam e Hello Dolly contro la cattiva sorte.

🙂

Beh, ‘ste cosette le volevo dire e le ho dette…


Aggiungi un commento